Salse piccanti fai-da-te

salse piccanti

Chi di voi ama il piccante? In commercio si trovano salse piccanti di varie tipologie, ma non sempre la loro composizione è basata su ingredienti completamente naturali. Le salse piccanti confezionate possono contenere coloranti e conservanti. Esiste, come sempre, un’alternativa, che consiste nella loro preparazione casalinga.

Preparare una salsa in casa utilizzando degli ingredienti freschi permette di esaltarne il sapore e di godere al meglio del gusto piccante. Le salse piccanti possono essere utilizzate in vari modi in cucina. Ad esempio, come condimento per la pasta, spalmate su fette di pane o come intingolo saporito per le verdure crude.

Un ulteriore vantaggio della preparazione casalinga delle salse piccanti consiste nel regolare il loro sapore a seconda dei propri gusti. Se le salse piccanti in vendita al supermercato vi sembrano troppo o troppo poco saporite, provate a sperimentare le ricette che vi proponiamo, adattandole al vostro palato.

LEGGI anche: 10 salse fai-da-te che non dovrai piu’ comprare

Le salse piccanti sono facili da preparare in casa e permettono di dare un tocco in più ai propri piatti. Le ricette che vi proponiamo ci vengono suggerite dal blog HonestFare.com. Per la loro preparazione vengono utilizzate delle tipologie di peperoncino non sempre facilmente reperibili. si tratta del peperoncino tondo verde tomatillo e del peperoncino rosso habanero, probabilmente il più piccante al mondo.

salse piccanti 1

salse piccanti 2

Magari qualcuno di voi ha la fortuna di coltivarli nel proprio orto. E’ possibile comunque ricorrere a delle alternative nostrane sia per i peperoncini verdi che per quelli rossi ed ognuno potrà seguire i propri gusti. Ad esempio, l’habanero può essere sostituito da peperoncino rosso piccante calabrese e il tomatillo da un più comune peperoncino verde di forma allungata.

1) Salsa piccante rossa

1 peperoncino habanero
2 peperoncini piccanti rossi
1 carota grande
¼ di cipolla grande
3 spicchi d’aglio
½ cucchiaino di sale
1½ cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 cucchiai di zucchero
60 millilitri di aceto bianco
Acqua di cottura delle carote

Pelate la carota e lessatela in acqua bollente salata con gli spicchi d’aglio e la cipolla, fino a quando non risulterà molto morbida. Lasciate raffreddare, scolate e conservate l’acqua di cottura. Lavate e mondate i peperoncini, eliminando la maggior parte dei semi. Frullate tutti gli ingredienti insieme all’aceto e ad un po’ d’acqua di cottura delle carote, fino ad ottenere una salsa dalla consistenza liscia ed omogenea. Conservate la salsa in barattoli o bottiglie di vetro sterilizzati in acqua bollente fino a un mese.

2) Salsa piccante verde

1 peperoncino verde poblano
1 peperoncino verde tomatillo
1 peperoncino verde serrano
1 peperoncino japaleno
½ peperoncino verde lungo
½ kiwi
1 cucchiaio di miele o di sciroppo di agave
1 pizzico di sale
2 lime o limoni piccoli (solo il succo)
2 cucchiai di aceto bianco
Acqua

Lavate e mondate i peperoncini rimuovendo i semi. Versate tutti gli ingredienti in un frullatore e frullate per circa 3 minuti fino ad ottenere una salsa dalla consistenza piuttosto omogenea, aggiungendo a poco a poco la quantità d’acqua necessaria. Conservate la salsa in bottiglie o barattoli di vetro sterilizzati fino a due settimane.

Marta Albè

Fonte e foto: HonestFare.com

Visto qui

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...