I parassiti, la dieta GAPS e gli altri protocolli per curare la disbiosi/parassitosi. Una riflessione della dottoressa Campbell

Traduzione a cura del dottor Paolo Donati, nutrizionista olistico e medico abilitato all’uso del protocollo nutrizionale GAPS, ideato dalla dottoressa Campbell-McBride (già pubblicato qui.
 Per quanto concordi sostanzialmente con la dottoressa Campbell, bisogna però notare che non tutti possono permettersi un protocollo nutrizionale tutto sommato abbastanza costoso (è evidente che i cereali e le patate costano molto di meno e saziano molto di più). Di conseguenza sarebbe utili esplorare anche altre strade per la cura della disbiosi/parassitosi intestinale.
 

 
Non penso che sia giustificato creare paura riguardo ai parassiti (e purtroppo questo è ciò che sta accadendo su Internet). Certo, non hanno un bell’aspetto e il pensiero che vivano dentro di noi e’ ripugnante, ma sono nel corpo per un motivo. Non c’è modo di evitarli, sono ovunque in Natura, non esiste nessun essere umano su questo pianeta che non ne abbia – Tutti ne abbiamo! Il ciclo vitale di molti parassiti attraversa i nostri organi interni a tappe, per poi terminare nei polmoni e dalla gola essere inghiottiti di nuovo. Ci sono altri parassiti che vivono al di fuori del tratto digestivo, nel cervello , muscoli, grasso, ecc .
 
La parassitologia è una scienza Cenerentola, non esiste molta ricerca attualmente. Sono contenta che qualche ricerca sia stata fatta in paesi come la Russia, dove un altro parassita è stato recentemente scoperto (rope warm – verme corda) per unirsi ad altre centinaia che si conoscono gia’. Alcuni parassiti sono lunghi più di un metro, altri sono microscopici. Ma ancora non sappiamo abbastanza su di loro e perché compaiano. Molte idee sono solo supposizioni e sostanzialmente si basano sul principio che che siano esseri del tutto negativi, senza alcun aspetto positivo. Personalmente ritengo che la loro funzione nel corpo sia depurativa. Si nutrono dei rifiuti del nostro metabolismo e del cibo rimasto nel nostro apparato digerente. Ingoiano anche le tossine (sostanze chimiche, radioattive, tessuti alterati da inquinamento elettromagnetico e altri prodotti artificiali). Più tossica una persona è, più parassiti avrà. I bambini autistici sono molto tossici a causa del loro stato intestinale, e percio’ il loro carico parassitario è elevato. Non solo i soggetti autistici, ma anche le persone con altri sintomi GAPS sono molto tossiche. Anche loro avranno un elevato carico parassitario.
 
Ovviamente se i vermi e parassiti sono troppo numerosi causeranno dei problemi. Questo è il motivo per cui così tante persone notano un miglioramento dei loro sintomi quando cercano di rimuovere dei parassiti. Le loro esperienze sono generalmente condivise su Internet o altrove, ma tutti notano un effetto immediato dopo la rimozione dei parassiti. Cosa succede a queste persone dopo 2-3-4 mesi o un anno è pressoche’ sconosciuto. Nella mia esperienza i parassiti ritornano e molto rapidamente. Finché il corpo di quella persona conterrà un sacco di sostanze tossiche, così ‘deliziose’ per questi parassiti, questi si rifaranno rivedere. E questa situazione è molto comune in persone che involontariamente sono esposte a queste tossine. Ad esempio, il gruppo per l’autismo che utilizza il protocollo MMS segue tendenzialmente una classica dieta SGSC (senza glutine e caseina), contenente cereali e altri tipi di amidi. Finché assumeranno questi alimenti i parassiti torneranno.
 
Nel protocollo nutrizionale GAPS si trattano vermi e parassiti, ma non all’inizio, un po’ più tardi nella dieta, quando il tratto digestivo è più forte. Esistono molti rimedi efficaci, da quelli tradizionali a base di erbe ad altri piu’ moderni. Circa 10-20 anni fa diverse persone bevevano acqua ossigenata al 35 % con ottimi risultati. Il sapore è terribile e molte persone non riuscivano a continuare, e appena smettevano i parassiti ritornavano. Ora è il turno del MMS, anche questo con un sapore altrettanto sgradevole. Sono sicura che usciranno altri prodotti simili. Esse sono efficaci in un numero di persone (non per tutti), ma esistono metodi più sicuri da utilizzare regolarmente e in maniera costante. Prodotti erboristici – noce nera, origano, neem, ecc. I clisteri all’aglio funzionano molto bene. Il mebendazolo assunto intorno alla luna piena è molto efficace. O alcune erbe potenti, da assumere come infusi freschi durante una luna piena o semplicemente mangiate (l’Artemisia e’ una di queste). Ho discusso in passato di un rimedio a base di olio di ricino e brandy per i parassiti, che deve essere assunto in luna piena nelle prime ore del mattino (2-3 am), perché è questo l’orario in cui i parassiti entrano nel tratto intestinale per nutrirsi, e possiamo colpirne il più possibile. Funziona! Tutti questi interventi sono utilissimi in aggiunta ad un rimedio erboristico anti-parassitario assunto per 3-4 mesi (i piu’ comuni contengono noce nera, neem, estratto di semi di zucca, l’erba dell’oblio (wormwood), etc.)
 
Il metodo suggerito dal Dott Gubarev è interessante e penso valga la pena provare: clisteri con eucalipto – un rimedio naturale che può essere utilizzato regolarmente. Molti vermi e parassiti sono molto più attivi vicino alla luna piena, cioè quando ritornano nel tratto intestinale per riprodursi e deporre le uova. E’ questo il momento per fare questi clisteri o per gli altri rimedi che abbiamo discusso. Anche il clistere all’eucalipto deve essere fatto intorno alle 2 del mattino, e prima di andare a letto il Dott Gubarev consiglia di fare un clistere preliminare per ripulire prima l’intestino (l’intero protocollo è facile da trovare su internet). E questo è un altro metodo. Se avete la possibilità di parlare con qualsiasi persona anziana appartenente a una società tradizionale, vi parleranno di altri rimedi tradizionali, molti dei quali funzionano.
 
Ciò che si deve capire è che eliminare i parassiti non si può fare ‘una volta per tutte’, sono impossibili da rimuovere. Fanno parte integrante della nostra fisiologia umana. Quando il corpo umano è pulito dentro e ben nutrito, il sistema immunitario è forte, e i parassiti rimarranno in equilibrio con il resto del corpo. Questo è ciò che cerchiamo di raggiungere nel lungo termine con il protocollo nutrizionale GAPS. Nel breve termine invece, in caso di persone tossiche, è utile ‘schiaffeggiarli’ occasionalmente quando escono fuori a giocare nella luna piena. 
 
Spero che questo porti qualche spunto di riflessione.
 
Cordiali saluti 
 
Natasha
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...