La trappola della rabbia. Non farti fregare

success_kid-otherUn altro ispirante pezzo di Zen Gardner, che parla dagli  e di Stati Uniti, ma…unire i puntini per trovare e vedere tutta l’immagine . Il mondo occidentale , non è mai stato indipendente dagli USA…
Siamo tutti  incazzati, in un modo o nell’altro. Non c’è dubbio. Non c’è nessuno che possa starsene seduto pigramente, se ha un minimo livello di consapevolezza , nessuno che non possa sentire i pizzichi  della follia, della disuguaglianza e delle atrocità intorno a noi.È una rabbia legittima e non c’è nulla di male in questo. Ma dobbiamo tenere la rabbia al suo posto. La popolazione in generale è stata montata e adescata perchè abbia una risposta violenta. Cio’ che stanno aspettando è una giustificazione per far camminare dritto dritto il gregge verso un paradigma fascista, mentre prende forma lo Stato di polizia intorno a noi. Non cadere nella trappola.

Il vecchio trucco all’opera 

Le passioni indotte fanno sì che la gente sia facilmente manipolata. Quando abbiamo paura o agiamo con rabbia, non siamo pienamente consapevoli nè completamente nel nostro potere. La nostra visione è distorta e  la nostra ragione seriamente corrotta. La rabbia è simile alla paura e manipolare chi agisce con rabbia è molto simile al manipolare quelli che hanno paura.

Il Dr. William Sargant, uno psichiatra del Tavistock Institute, degli Illuminati, nel suo libro del 1957 scrisse a proposito della  Battle For The Mind (battaglia per la mente):

“Si possono impiantare nelle persone vari tipi di credenze, dopo che la funzione cerebrale sia stata deliberatamente disturbata da una paura,rabbia o eccitazione indotte accidentalmente o deliberatamente. Tra i risultati causati da questi disturbi, il più comune è una capacità di  giudizio temporaneamente compromessa e una aumentata suggestionabilità. Le sue varie manifestazioni di gruppo sono a volte classificate con il titolo di “istinto del gregge” e appaiono in tempi di guerra, durante gravi epidemie e in tutti i periodi simili di pericolo comune, che aumentano l’ansia e quindi la suggestionabilità individuale e di massa” Source

Così mentre le persone si infiammano e decidono di attivarsi all’interno della cornice che a loro è stata fornita dai manipolatori, esse camminiamo dritte dritte verso il paradigma che ci cattura come manette cinesi che stringono la presa del nemico su di noi facendo in modo che lo si combatta al suo livello  e nei suoi termini.

La storia prova tutto questo. Un sistema rovesciato dalle stesse tattiche usate dall’ oppressore, diventa un sostituto del sistema, Così lo schema massonico continua

L’Amerika: nata ed educata nella violenza 

Il tea party di Boston, fu messo li da Massoni mascherati, per provocare esattamente ciò che è successo.  Un’altra roccaforte violenta, ottenuta con la violenza, costruita sulla violenza e che dal suo inizio, non ha eseguito altro che violenza sul mondo, culturalmente, economicamente o militarmente. Chiedete solo ai milioni di Nativi American, sterminati e incarcerati…

Se il vecchio adagio è vero, ovvero che “chi vive di spada perirà di spada”, ciò che l’America sta per raccogliere non è una bella cosa.

Ti chiedi perché un amerikano innocente dovrebbe soffrire di questo riflesso causale? Perché alla grande gli americani non hanno fatto nulla per fermare le atrocità condotte dal governo corporativo fascista e coloro che sostengono un’Israele così folle e genocida, ma invece “ de facto” hanno sostenuto questi programmi e,  ancor più importante, sono sprofondati nel lusso e nei profitti e nelle prelibatezze di una macchina iperindulgente nel saccheggiare risorse, nel succhiare la linfa vitale dei poveri del mondo.

Si, certo gli USA non sono l’unico giocatore in tutto questo. Questi parassiti egoisti sono internazionalisti e collocati in tutto il globo, ma gli Stati Uniti sono il primario esercito di oppressione ed esemplificano tutte queste caratteristiche.

angry-mob21

L’incazzatura deliberata 

Il crollo che sta attraversando il nostro mondo, è deliberato. Tutto sta andando dove chiunque puo’ vedere: i bankster hanno tolto la spina finanziaria per il loro raccolto periodico.

La disinformazione dei media insieme all’offuscamento della verità sono diventati decisamente orwelliani, mentre continua a crescere a passo spinto la migrazione nelle fonti di informazione alternative.

Certo che la maggior parte del pubblico ancora si beve l’infinita promessa della “speranza e cambiamento”, ma il miraggio della Matrix sta rapidamente evaporando davanti agli occhi di tutti.

E’ il cambio vibrazionale, ciò di cui stiamo parlando. Dentro e fuori. Ora è ovvio ad un’ampia parte di umanità, che il nostro tessuto sociale è stato dissolto a causa di dottrine anti umane e amorali, connesse alla adorazione della morte e, parrebbe,  ad una satanica auto indulgenza.

Il nostro cibo, aria, acqua sono deliberatamente avvelenati. La nostra leadership è chiaramente disonesta, inetta e di basso spessore. Persino i disastri, moltissimi dei quali conseguenza umana causa un deliberato armeggiare con madre natura,  sono manipolati per profitto e controllo strategico delle popolazioni.

I maggiori cambiamenti politici, economici e sociali nella società, non accadono cosi semplicemente,  ma a sono studiati a tavolino. Con risultati garantiti. In qualsiasi modo essi vincono. Ma sono quasi agli sgoccioli.

Fai attenzione alle provocazioni e alla… pre-programmazione della soluzione

Le operazioni di false flag sono  stati i raggiri di maggior successo, ad ora. Quelle relativamente recenti e giganteschi come l’11 settembre il USA e il 7 luglio a Londra ed altri incidenti messi in scena come le molte sparatorie e le bombe, vedi Sandy Hook e la maratona di Boston, sono state condotte con cura da Oklahoma City, USS Cole, l’Ambasciata USA,  come altri simili fatti di bombe,  per dare credibili spiegazioni “ufficiali”.

Si, tutto pianificato e sì, tutto nefasto. L’ Occupy movement è stato trattato come un test di prova  per come gestire su grande scala la  guerriglia urbana in USA. Una battaglia a cui si stanno preparando con sconvolgente velocità,  comprando fucili e munizioni non solo per armare la polizia, ma ora anche battaglioni militari che vengono stazionati in città USA mentre sulle teste vengono dispiegati dei  droni armati.

Ti chiedi quale sia l’ultimo motivo scatenante?

Per esempio le ultime provocazioni razziste di neri contro bianchi che la stampa sventola, come le rivolte Ferguson, o la Islamofobia  indotta che è ora diventata una metastasi nella società occidentale; ma anche la rivisitazione della guerra fredda con la sua sindrome di paura contro la Russia. 

E che dire delle rivelazioni della NSA e dei “campi di rieducazione” ora di pubblico dominio? Ma anche delle azioni folli della TSA o della polizia locale o anche della retorica infiammante che riguarda tutto cio’ che è antigovernativo, che etichetta qualsiasi cosa che sia contraria allo status quo o alla propaganda mainstream, come “terrorismo di casa’”?

Tutto questo è malato, è una messa in scena ed è progettato per provocare una risposta … ed è un raggiro a dovere : i media approfittano di ogni minuto per creare lo scenario PROBLEMA-REAZIONE-SOLUZIONE, che amano cosi tanto e con cui si arricchiscono.

Che fare?

Il nostro confronto su un piano conscio, deve essere ad un livello di consapevolezza più profondo. Mentre da un lato dobbiamo far sentire le nostre voci, relegare ad una manifestazione di rabbia una espressione pubblica, non solo non andrà da nessuna parte, ma sarà proprio il gioco dei controllori E ci metterà nelle loro mani. Abbiamo bisogno di esprimere ma con intelligenza.

Prima di tutto dobbiamo essere completamente consapevoli di ciò a cui ci ergiamo contro, delle sue implicazioni e dimensioni totali, ma poi infiltrarci in ogni modo al livello della gente comune . Siamo chiamati ad essere coscientemente disciplinati in questo.

Un buon esempio di questo è  il’Food Sovereignty Activism” (Attivismo per la sovranità del cibo) , che ingloba perfettamente cosa possono fare le azioni di una persona. E questo è solo uno delle molte migliaia di esempi.

Ma direi che scontrasi con un battaglione di polizia in pubblico e farsi bastonare la testa  da quei robot, potrebbe non sortire a molto se non a far incazzare ancor piu’ le persone, grazie ai media contorti e complici.

Manifestare non è male affatto e c’è chiaramente tempo per questo, particolarmente all’interno delle stanze governative pubbliche  e dei luoghi dove si prendono le decisioni. Solo non finire in una delle loro trappole, che di solito alimentano controllando l’opposizione. [Vedi: Controlled Opposition – The Hidden Hand of Misdirection].

Colpisci la matrix dove fa male

Ci sono certo mille motivazioni, ma dobbiamo comportarci con intelligenza. Dobbiamo colpire dove fa più male alla Matrix e per contro rafforzare quante piu’ persone possibile.

Qualche idea:

#1. informare. La vera informazione fa piazza pulita. Neutralizzano gli effetti della propaganda del nemico. Questa è la prima cosa da farsi.

#2. vivere allineati alle proprie convinzioni. Non possiamo pronunciare la verità verso la menzogna, vivendo all’interno della sua prigionia. Liberarsi in ogni modo possibile . Se è una questione di matrix, fregatene delle conseguenze,non vale la penna preoccuparsi. Come si suol dire “ guida, segui o togliti dai piedi”

#3. perseverare, convinti del potere della Verità e dell’Amore. Questo porterà ognuno di noi ad avere più vie di maggiore efficacia

#4. insegnare agli altri. Soprattutto con l’esempio. Se hai pagato il prezzo della rinuncia ad una vita comoda, al bozzolo della sicurezza, se vivi una vita dedicata ad un impegno e valore, per una realizzazione spirituale, contribuendo a cambiare il mondo, gli altri saranno pungolati a fare di più loro stessi. Ma senza ingozzare nessuno. Viviamo dando esempio di impegno . L’amore illuminante per la verità parla da solo.

#5. agire localmente. Trova o crea comunità locali di persone attive e sveglie. Sia che si tratti di una cooperativa per il cibo o di gruppi meet up, per discutere come cambiare la tua città per il meglio, da qualche parte dobbiamo cominciare ad operare. Con il mondo che sta crollando intorno a noi, abbiamo bisogno di ritrovarci, lavorare e costruire insieme su ogni fronte.

E nel mentre continuare a diffondere la verità in tutti i modi possibili. Dopotutto, che altro ci resta per cui vivere?

Love, Zen

fonte: http://www.zengardner.com/the-anger-trap/

traduzione: Cristina Bassi

Fonte

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...