4 consigli pratici per una salute di ferro

Dieta senza muco, digiuni, attività fisica e vita all’aria aperta: scopri i migliori stili di vita per vivere a lungo e in salute
4 consigli pratici per una salute di ferro
L’Ehretismo è lo stile di vita ideato agli inizi del 900’ da Arnold Ehret, desideroso di comprendere quale regime alimentare e abitudini di vita sarebbero stati i più salutari per l’uomo.
L’aspetto più caratteristico e originale di questo movimento è l’adozione di una dieta di tipo fruttariana e crudista, definita dall’autore come “dieta senza muco”, nella quale è necessario escludere la consumazione di prodotti di origine animale e industriale.

Il metodo di guarigione di Ehret
Il sistema di guarigione di Ehret prevede una dieta volta ad eliminare il muco, escludendo del tutto gli alimenti che portano alla sua formazione.
È necessario consumare verdura non amidacea principalmente a foglia verde, e frutta, il tutto accompagnato da lavaggi interni intestinali e dalla pratica di digiuni. Quanto detto permette al corpo di guarire sé stesso in modo naturale, senza l’utilizzo di farmaci o terapie mediche.

Riassumendo, l’ehretismo consiste in:

  • dieta senza muco: cambiamento delle abitudini alimentari, caratterizzato dall’esclusione di cibi elaborati industrialmente, di bevande alcoliche, e di tutti quelli alimenti che producono muco;
  • digiuni: astensioni complete o parziali dal cibo per periodi di tempo più o meno prolungati;
  • attività fisica: qualunque sforzo esercitato dal sistema muscolo-scheletrico che si traduce in un consumo di energia superiore a quello in condizioni di riposo;
  • esposizione al sole e all’aria aperta.

Il muco
Secondo Ehret la causa delle malattie è da attribuire al muco.
È necessario considerare il muco in una accezione più ampia da come siamo abituati ad intenderlo, quindi non solamente come catarro e secrezioni intestinali, ma anche sostanze vischiose che sono presenti all’interno del nostro corpo come colesterolo e flemma (per la medicina antica, uno dei quattro umori componenti l’organismo).
Per Ehret, una alimentazione non adeguata, determina un accumulo di muco negli organi ed in modo particolare nel colon. Tale sostanza, accumulandosi a livello intestinale, impedisce un adeguato assorbimento dei nutrienti e di conseguenza risulta semplice comprendere le carenze nutrizionali sofferte dagli individui.

Diete di transizione e semi-digiuni
Per raggiungere l’obiettivo di autoguarigione dalle malattie Ehret propone delle diete intermedie definite “di transizione”, fino al raggiungimento della dieta senza muco. Sconsigliava, infatti, quei regimi alimentari bruschi, radicali, e immediati.
L’autore parla di un periodo relativamente lento, nel quale un uomo medio in condizione di salute necessita di almeno tre anni di “pulizia” intermedia, costituita da digiuni e semi-digiuni (con verdura e succhi di frutta), prima di essere in grado di nutrirsi nel modo adeguato.

Autoguarigione
La guarigione è per Ehret non la sola scomparsa dei sintomi, bensì “il processo naturale con il quale il corpo ripara se stesso”. Per eliminare le malattie dall’organismo è necessario conoscerne le cause e porvi rimedio.
L’obiettivo della dieta senza muco (e dell’ehretismo) è proprio quello di mettere l’organismo nelle condizioni di autoguarirsi, in quanto una corretta alimentazione impedisce l’accumulo di muco, tossine, sostanze chimiche estranee ed elementi non naturali, così che ogni persona risulti immune dall’attacco di germi, batteri, e virus, incapaci di attecchire in un corpo sano.
L’ehretismo conta ormai numerosi seguaci, al punto da considerarsi un vero e proprio movimento.
Le persone che ne fanno parte mettono in pratica il sistema di guarigione della dieta senza muco, si nutrono principalmente di frutta e verdura, eliminano i cibi che producono muco, criticando aspramente l’alimentazione ipercalorica, iperproteica, povera di micronutrienti, e onnivora, considerata innaturale e nociva per la salute.
Tuttavia, se alcune criticità del moderno sistema di alimentazione sono condivisibili, è vero anche, che la dieta senza muco non è riconosciuta dalla scienza ufficiale.
Le persone che vogliono modificare il loro stile di vita, in particolar modo a tavola, devono affidarsi a uno specialista: il fai da te è sempre pericoloso.

Simone Soldani

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...