“Con bugie, bugie e molte menzogne”- sproloqui tossici e OGM, avvelenano l’Agricoltura

Avete mai letto di tutti quegli scienziati-e-lobbisti pro-OGM che professano il loro amore per la scienza? Parlano sempre di come la scienza deve prevalere sulla ignoranza e l’ideologia, poi giocano sull’ignoranza del pubblico utilizzando l’ideologia e slogan per cercare di imporre il loro punto di vista su tutto.

Come è stato ben documentato (vedi qui e qui), è  a favore della lobby/settore OGM che distorce e censura la scienza, acquisisce enti normativi, attacca gli scienziati i cui risultati sono sgradevoli all’industria e ignorano le corrette procedure scientifiche e normative.

Si vedono anche le stesse persone attaccare e demonizzare scienziati credibili perché le loro ricerche sollevano alcuni risultati molto scomodi per la causa pro-OGM. E cercano di sfatare la scienza peer-reviewed con polemiche non scientifiche (si vedano quì le critiche che ha dovuto sopportare il professor Seralini e la sua squadra), mascherando i loro conflitti di interesse e collegamenti di settore (si veda anche questo).

Accusano le persone che hanno preoccupazioni sugli OGM come fossero inetti, politicamente motivati e bugiardi. In questo modo, si cerca (ma senza riuscire) di distogliere l’attenzione dalle proprie menzogne, mistificazioni e priorità dell’agenda politica. Si tratta di un classico caso di proiezione psicologica.

Shanthu Shantharam ha recentemente scritto il pezzo ‘Bugie, bugie e Molte menzogne‘ che è proprio un esempio da manuale di questo argomento. Condito con l’inganno, con spacconate e insulti, ha attaccato persone, li ha accusati di essere bugiardi e pomposi ed ha sostenuto che l’introduzione di colture GM in India era stata ritardata a causa da attivisti anti-OGM e Greenpeace.

Frustrato dall’incapacità della lobby pro-OGM di sostenere le colture alimentari geneticamente modificate commercializzate in India, Shantharan inizia dicendo:

“Ancora una volta, nel tempo, le solite  autorità di regolamentazione al vertice delle biotecnologie in India dormono , la Genetic Engineering Appraisal Committee (GEAC) , si è risvegliata per rispolverare fuori se approvare e decidere sulla senape geneticamente modificata (GM), una coltura di olio di notevole importanza economica per il paese “.

Promuovendo una giustificazione economica fallace per abbracciare la senape GM, e convenientemente ignora l’impatto delle politiche commerciali che hanno distrutto gran parte del settore della senape indigena in India dopo la metà degli anni 1990. Se, da bio-tecnologo, Shantharam vuole discutere di economia, si potrebbe beneficiare di una lezione dalle politiche commerciali neoliberiste, che in India si traducono nello spendere molto per l’acquisto di olio commestibile
,dall’estero.

Inoltre, i rendimenti più elevati, spesso attribuiti alla senape GM in discussione non sono dovuti agli OGM, ma alla ibridazione dei normali geni delle colture (ad esempio la coltivazione convenzionale). L’attivista Aruna Rodrigues sostiene che l’uso di ibridi ad alto rendimento è una manovra deliberata per camuffare il rendimento attribuibile all’ibride per assegnarlo, invece, alla coltura GM.

Anti-OGM solo per insoddisfatti o frode incessante?

Shantharam sostiene che il ritardo nel sanzionare colture GM è la causa degli “scontenti anti-OGM” e ambientalisti che vogliono collegare “prodotti tecnologici nel pantano normativo, e sperano che tutta la tecnologia muoia nel corso del tempo” e che  parlano di spazzatura non scientifica sulle colture geneticamente modificate, proprio come molti altri luddisti anti-OGM “.

L’insulto “luddisti ” è di norma, la spin PR  pigramente progettata per cercare di denigrare preoccupazioni valide. Non è altro che un disperato tentativo di evitare il dibattito sulle questioni sociali, politiche ed economiche che provocano, la fame e la povertà,  promuove OGM.

Come altri gruppi di pressione, Shantharam promuove la menzogna che il dibattito interessa è finito per impolverarsi sulla sicurezza e l’efficacia degli OGM. Tuttavia, GRAIN sfida i miti che piace al salotto pro-OGM per costruire il suo castello di carte, e questo articolo viene illustrato come  propaganda a buon mercato che tenta di torcere il dibattito per propri fini. Inoltre, il libro ‘Geni alterati, verità contorta‘ mette in evidenza come gli OGM non sono basati sulla sull’armonia della scienza, ma sul sovvertimento sistematico d’essa.

Anche se Shantharam attacca la burocrazia e inoltra le sue solite tirate sugli ideologi anti-GM per aver cospirato per impedire l’introduzione degli OGM, è con buona ragione che questa settimana la Corte Suprema ha cercato una spiegazione da parte del governo centrale sulla sua azione proposta di introdurre senape , cotone e mais resistente agli erbicidi a fronte di un divieto imposto sulla loro introduzione. la Corte ha chiesto al Procuratore Generale dell’India di spiegare la sua posizione su un’istanza presentata contro l’oltraggio dei componenti del comitato, che ha cancellato la proposta.

La petizione (leggi per intero qui), presentata da Aruna Rodrigues, cercò una azione contro i membri del Genetic Engineering Approval Committee  violando gli ordini del tribunale. Rodrigues afferma che il governo dolosamente e deliberatamente non solo ha condotto prove sul campo su scala ridotta, ma anche prove sul campo e su larga scala per l’introduzione commerciale di colture tolleranti erbicidi, di  senape, cotone e mais per la prima volta in India.

La petizione dice:

Queste prove sul campo hanno ignorato fondamentali misure di bio-sicurezza come ordinato dal giudice, la contaminazione durante le prove sul campo aperto è specificamente escluso nell’ordine dal 8 maggio 2007.”. Ha continuato: “Alla luce di questo specifico ordine … l’avventurismo normativo … è particolarmente irragionevole in quanto espone l’India a indebita contaminazione di alto rischio da OGM nelle nostre colture alimentari.

Essa aggiunge che il rischio di contaminazione da OGM di senape e  mais è di un alto ordine senza precedenti e provata in altri casi che coinvolgono il Canada, Giappone e Messico (mais) e Stati Uniti (riso). La petizione dichiara c’è una irresponsabilità collettiva dalle autorità di regolamentazione, ministeri interessati e le istituzioni di governo sugli OGM, dimostrano un chiaro ordine del giorno per spingere gli OGM nella agricoltura indiana.

Rodrigues sostiene che l’approvazione di sperimentazioni su larga scala è condotta è illecita e malcelata da normative delinquenziali. I membri della GEAC si dice oltraggino alla corte, perché: hanno fallito nel consentire l’accesso del pubblico alle informazioni, incluse informazioni dei fascicoli sulla bio-sicurezza, i verbali delle riunioni e i fascicoli di sicurezza, quindi, e collaterale dentro gli ordini del tribunale, esse non hanno adottato misure di bio-sicurezza durante le prove di campo aperto per garantire l’assenza di contaminazione, che per il OGM di senape è un problema serio, come chiarisce la petizione .

L’affermazione è che nessun test attivo con i protocolli validati, per la contaminazione, è stato fatto per dimostrare l’impegno normativo a contenere il rischio, sotto la supervisione di ricercatori nominati. Inoltre, come sono stati invitati a colture resistenti agli erbicidi, di contro provoca vari pericoli ambientali e della salute (vedi questo e anche questo). E’ quindi con buona ragione che la relazione finale del comitato tecnico di esperti della Corte Suprema ha nominato a giugno-luglio 2013 e specificamente raccomandato il divieto di colture HT ,(Herbicide Tolerant).

La petizione prosegue affermando:

“Il vuoto normativo costituisce illeciti deliberati e la frode, che ci mette a rischio infinito, irrimediabile e irreversibile.”

E tornando al punto, la petizione aggiunge:

“… Quello che stiamo ora confrontati con, in materia specifica di senape DMH 11 e anche LST (sperimentazioni su larga scala) di mais e cotone flex, tutte le colture HT, sono più corrotte e sinistre perché abbiamo un ripetuto e impudente disprezzo incluso nelle approvazioni “underground” per mantenere la frode sulla bio-sicurezza di queste approvazioni segrete e promuovere un chiaro programma per promuovere gli OGM nella agricoltura indiana. I regolatori e le nostre istituzioni di governo sugli OGM sono delinquenti seriali “senza scrupoli”.

La conclusione è che non sembra esserci spazio per la trasparenza in questo processo. Rodrigues descrive la spinta per gli OGM in India sia basata sulla “frode incessante” e ha ragione chi si preoccupa della contaminazione. Ma questo non sembra preoccupare personaggi, come Shatharam.

Sembrano pensare che è un bene bypassare le procedure corrette, ignorare i vari rapporti di alto livello le consulenza contrarie agli OGM in India, stendere un velo di segretezza nei processi e travisare nel caso delle colture OGM in corsa per avere in India gli OGM per volomntà dei padroni dell’agroalimentare Transnazionali.

Naturalmente, una strategia di contaminazione deliberata, rendere il dibattito senza senso sull’essere a favore o No degli OGM, non dovrebbe essere respinto con leggerezza e fa parte del programma generale.

Il consenso scientifico sugli OGM è una grande bugia

Shantharam è da tempo specializzato nel attaccare gli scienziati i cui risultati sfidano il suo ordine del giorno, da loro raffigurati come cani sciolti  in piedi al di fuori della ‘comunità scientifica‘. Questa volta, sostiene che i critici degli OGM si basano su sorta di “scienza parallela” creata da un manipolo di scienziati anti-OGM. Secondo Shantharam, ricerche negative di questi scienziati sono stati rigorosamente esaminate dagli scienziati mainstream e da importanti enti normativi e sono state dichiarate nulle.

Questo, semplicemente, non è vero. Shantharam sembra pensare alle tecniche di pubbliche relazioni e la falsità sarà sufficiente. Ciò che egli offre è un’opinione personale e PR mascherata di fatto, e spera sia presa come verità, anche perché lui si culla pubblicamente di un dottorato di scienfico. Ma , non è l’unico che adotta questa tattica. Dimenticate lo spin e guardate la realtà.

Food & Water Watch afferma che le aziende sementiere di biotecnologia, aiutati dai sostenitori del mondo accademico e del blogopsphere, stanno usando ingenti risorse per trasmettere il mito di ‘consenso scientifico‘ sulla sicurezza degli OGM, affermando che i loro dati sono al di sopra del dibattito.

Nella relazione del settembre 2014, il gruppo respinge il cosiddetto consenso scientifico che Shantharam utilizza per inoltrare la sua agenda.

Le note di rapporto:

“Il  “corpo scientifico” che presumibilmente fa parte del “consensus” sono pochi e non sono affatto rappresentativi di tutta la comunità scientifica. Non hanno firmato una specifica scheda “consensus” né hanno posizioni o linea di condotta che, nella maggior parte dei casi, abbia approfondito l’argomento. In generale, la campagna pro OGM è citato erroneamente o travisato da questi organi scientifici per affermare, falsamente, che sono parte di un “consensus” sulla sicurezza degli OGM , [cosa che risulta vera]. “

E prosegue affermando che i punti della campagna a favore degli OGM della Royal Society of Medicine e della Royal Society of London  sono parte del ‘consensus‘ scientifico, ma nessuna delle due organizzazioni ha una politica ufficiale in materia di sicurezza sugli OGM. La relazione rileva le posizioni di diverse altre importanti istituzioni scientifiche e accademie di tutto il mondo che la campagna  pro-OGM ha usato per trasmettere il suo caso. Essa conclude, che la campagna utilizza un mix di citazioni da campioni rappresentativi, fonti sostenute dal settore industriale travisa le posizioni detenute per alimentare il loro spin.

Basta vedere la lettera aperta di Steven Druker alla Royal Society in Gran Bretagna per apprezzare anche quanto prestigiose istituzioni (o dei loro membri) impegnate in campagne e tattiche per far passare un ordine del giorno pro-OGM che non ha nulla a che fare con la scienza.

Inoltre, centinaia di scienziati indipendenti – quasi tutti in possesso di lauree specialistiche in settori pertinenti – si sono fatti avanti per condannare la campagna pro-OGM, dicendo esplicitamente che “non c’è consensus” sulla sicurezza degli OGM. I lettori possono anche essere interessati a questo articolo, che evidenzia anche quanto detto riguardo la sicurezza degli OGM e colloca come riservata la grande menzogna di un ‘consensus scientifico‘.

Shantharam sostiene che tutto quanto fanno gli oppositori anti-OGM  è  per diffondere bugie nella speranza che se ripetute abbastanza spesso, la gente li creda. Senza alcun senso di ironia o addirittura di vergogna, sostiene che tutta la scienza credibile è dalla parte degli OGM e solo pochi scienziati Maverick incompetenti indulgono e sono anti-OGM  come “scienza  parallela.”

Forse pensa che propagandando di nuovo nel tempo la menzogna, la gente alla fine ci crederà.

A parte che vi sia alcun consenso tra le istituzioni scientifiche, il rapporto Food & Water Watch respinge i reclami che vi sia un consensus schiacciante nella letteratura scientifica e indica di nuovo il caso che sia travisato tramite un mix di fonti sostenute dall’industria e l’elenco di studi che non sostiene che non c’è sicurezza per quanto riguarda gli OGM e che non sono indipendenti del settore bio-tech, anche se la campagna in atto li dipinga come tali.

Shantharam accusa i critici di GM, gli scienziati e sostenitori, che indulgono in una scienza parallela non valida, retorica e falsa. Il lettore può formare le proprie conclusioni solo su ciò che è attrattivo.

Bugie, bugie e altre bugie

Il suo articolo è una miscela di diffamazione, falsità e inganni e prosegue nell’area del cotone OGM. Egli sostiene che il cotone Bt in India è stato un grande successo e sforna il mito che gli agricoltori hanno adottato diffusamente. Per buona misura, egli sostiene che, se non fosse per la tecnologia all’avanguardia della rivoluzione verde, milioni di persone sarebbero morte in Asia meridionale.

Questo ha più effetti. E’ stato messo in evidenza ancora una volta che l’OGM di cotone in India non ha il successo che pretende di avere (per esempio, vedete questo e questo), che gli agricoltori non necessariamente scelgono attivamente gli OGM (contrariamente alle basi ideologiche neo-liberiste che Shantharam avrebbe come noi crediamo, la realtà attuale è riportato qui, qui, qui, qui e qui) e che la rivoluzione verde ha causato enormi danni alla agricoltura, agli agricoltori e all’ecologia in India, anche in termini di suolo e salute. Anche i successi percepiti sono esagerati e devono essere inseriti in un contesto più ampio, tra cui la chiusura di approcci alternativi a seguito della corsa verso le priorità delle esportazioni dell’agricoltura verso il petrol-chimico, che è stato usato per creare zone deficitarie di cibo in tutto il mondo.

Secondo Shantharam, l’ingegneria genetica è un’estensione di tecnologie di coltivazione delle piante classiche e molto di più preciso insieme a strumenti per manipolare il DNA del gene codificante. Sbagliato di nuovo. Ci sono prove sufficienti per dimostrare che GE (Genetic engineering), non è un’estensione delle tecniche di coltivazione delle piante classiche e prove sufficienti per indicare la mancanza di precisione che dovrebbe meritare, è preoccupante (per esempio, vedere la sezione di questa relazione, questo e questo). Tali affermazioni sono diventati standard tra la lobby pro-OGM e sono in parte progettate per cercare di rimuovere dai processi e le procedure di regolamentazione  OGM, e portarli sul mercato.

Infine, per sorvolare tutta la corruzione nell’acquisizione delle agenzie di regolamentazione del agribusiness globale e dei loro funzionari e politici compiacenti, Shantharam tenta di respingere tali preoccupazioni insinuando che i critici degli OGM, convenientemente, vedono cospirazione in tutto il mondo. Semplicemente, in conflitto con la realtà politica attuale.

Finisce dicendo che è indispensabile per fermare un gruppo di attivisti anti-OGM richiedere maggiori informazioni in quella che lui percepisce come grossolanamente  inadeguata l’agricoltura biologica  (un’altra affermazione priva di fondamento: vedete questo e questo) per creare una controversia sugli OGM dove non esiste.

Quale pia illusione brama.  C’è un dibattito enorme e genuino sugli OGM, e il grande pubblico in quanto consumatori, non solo gli agricoltori biologici, sono molto preoccupati. Oppure si vuole dichiarare  tutti bugiardi e sciocchi ed accantonare le loro preoccupazioni ?

Se vogliamo discutere di interessi commerciali, prendere in considerazione la posizione finanziaria dell’industria biotech (considerare i profitti della Monsanto e il suo valore di azienda) e l’influenza enorme che ha sulla scienza, i governi e le politiche (vedi questo, questo, questo e questo) – per non parlare del $ 100 milioni spesi per evitare  l’etichettatura OGM negli Stati Uniti e l’importo speso per le attività di lobbying, pubblicità e donazioni di campagna (vedi questa spesa della Monsanto per i soli Stati Uniti). E la sua enorme influenza in India non dovrebbe non può essere  che scontata, (vedi questo e questo), in quanto è chiaro che poteva farlo.

Si mette in prospettiva l’affermazione ridicola che gli attivisti stiano guidando il dibattito, il lavaggio del cervello alla gente e della politica è determinante. Come dire, perché preoccuparsi di tutto questo, quando una buona dose di vecchie e malsane verità contorte, spacconate pro-GM e proiezione psicologica cosa volete che facciano? Dopo tutto, è ciò che Shantharam si è impegnato a fare da anni.

“L’argomento prolisso sui tossici del Dott Shantharam non è destinato a qualsiasi discussione scientifica. E’ fatto solo per screditare tutti gli studi indipendenti realizzati in India, al fine di esercitare pressioni su GEAC per il rinnovo del permesso di Monsanto …

Bravo Dr Shantharam, avete fatto un servizio Yeoman ai vostri padroni, ma il giorno del giudizio in un futuro non è così lontano, gli scienziati come Lei saranno ricordati come “nemici del popolo“.”PV Satheesh in risposta ad un articolo di Shantharam di alcuni anni fa.

Certe cose non cambiano mai.

colintodhunter

Note di SD

La lobby pro OGM chiede sempre che i suoi avversari producano prove scientifiche per supportare il loro credito. Parti di queste lobby, denigrano e attaccano persone come Vandana Shiva, il professor G.E. Seralini e altri che suppongono incompetenti, “bugiardi” o ideologicamente / politicamente motivati (per esempio, leggete questo pezzo su Shiva dove viene definita bugiarda, in particolare la parte che riguarda i suicidi dei contadini – quindi consultano le prove che Shiva fornisce per servirsene da supporto alle loro affermazioni  qui). globalresearch

Visto qui

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...