In salute! senza farmaci …..

ULTRA-SANI SENZA MEDICINE COL PROFESSOR NEUMIVAKIN ISTRUTTORE DEGLI ASTRONAUTI RUSSI

DOCUMENTO-INTERVISTA

radionicaesoterico-scientificarussa.blogspot.it  (Fonte: altrogiornale.org)

 (Rielaborazione, sintesi, titolo e sottotitoli di Valdo Vaccaro)

IVAN-NEUMIVAKIN-300x229

La foto qui allegata riprende l’immagine di una persona sana e volitiva, decisamente fuori dalla media. Si tratta del professor Ivan Neumivakin, anni 86, non a caso capo del Programma di Risanamento degli Astronauti Russi, eredi del grande Yuri Gagarin. Nel corso della sua attività ha saputo prendere il meglio della medicina russa e lo ha arricchito con le sue intuizioni personali. Come risultato, ne è scaturito un sistema di risanamento formidabile, grazie al quale gli astronauti da più di 50 anni non si ammalano. Questa è una delle sue interviste tradotta da Olga Samarina.

CONFINE TRA SALUTE E MALATTIA

Prima di tutto, io dovevo capire dove si trova il confine tra la salute e la malattia, e poi capire, che cosa, dall’arsenale della medicina ufficiale, poteva essere utile nello spazio. In pratica, nulla. Ho dovuto in altri termini fare tabula rasa, per ottenere una serie di risultati non solo ottimali ed eccezionali, ma strabilianti.

UNA FEROCE E PARADOSSALE RESISTENZA DA PARTE DELLA CLASSE MEDICA E DEL POTERE
Dopo che me ne sono andato dal programma, carico di soddisfazioni personali e di riconoscimenti, oltre che di motivazioni e di immaginabile entusiasmo, ho cercato di rendermi utile alla gente e alla nazione russa, proponendo alla sanità pubblica tutto ciò che avevo trovato interessante. Sarebbe stato un grande peccato non sfruttare appieno le nostre scoperte, le nostre esperienze e i nostri risultati. Eppure, nessuno mi crederà, ma ho incontrato una feroce resistenza.

QUALI LE DISCORDANZE CON LA SCIENZA MEDICA CLASSICA?

Siamo una catena di montaggio, e la bocca è una macchina per rimpicciolire e spezzettare il cibo. Dobbiamo non ingoiare il cibo, ma masticarlo molto bene, praticamente berlo. Avete ingoiato il boccone senza masticarlo. Questo si aggiusta solo parzialmente con l’acido cloridrico che non può penetrare dentro il boccone. Ma, la cosa più grave è che tale acido, già di per sé scarseggiante nello stomaco, si diluisce ulteriormente con l’acqua bevuta stupidamente a fine pasto. La sua concentrazione si riduce e, come risultato, il cibo non viene digerito. Tutto ciò che avete mangiato diventa scoria, cioè residuo metabolico da eliminare con notevole fatica immunitaria e con pesante spreco di energia digestiva.

MANGIAMO 4-5 VOLTE PIÙ DEL NECESSARIO, E L’ECCESSO CIBARIO DIVENTA LAVORO EXTRA PER MEDICI E INDUSTRIE CHEMIO-FARMACEUTICHE

Lei propone dunque di bere meno liquidi? Dipende dai liquidi. Solo l’acqua pulita va nelle cellule. Le acque minerali o gassate vanno prima ripulite. Il the ed il caffè alzano momentaneamente l’energia, ma aggravano la mancanza d’acqua. L’acqua sporca va nella cellula. Cellula che, invece di ricevere prontamente l’energia idrica di cui ha urgente bisogno, deve prima filtrarla e pulirla. Lo sporco si getta via ma di acqua ne rimane poca. Ed in più l’energia scarseggia. L’assunzione di liquidi impuri causa arteriosclerosi, ipertensione, aritmia. Questa è la causa della maggioranza delle malattie.

E IL CANCRO, E L’AIDS, DOVE LI METTIAMO?

Penso che queste malattie non esistano. Come no?! Ci sono delle condizioni fisiologiche legate alle scorie dell’organismo. In tali circostanze le cellule vivono in un habitat proibitivo, in un ambiente  putrido e privo di ossigeno. Sono pertanto costrette a mutare e a diventare cancerose. Le cellule cancerose ci sono in qualsiasi organismo, ma il sistema immunitario sano le controlla e le sopprime, inibendone lo sviluppo. Ma se l’individuo è debole, queste iniziano a moltiplicarsi e a crescere. In linea di principio, ci servono, perché l’uomo deve sapere che il male e il bene coesistono. In concreto
abbiamo creato un centro di salute dove in tre settimane, senza clisteri e farmaci, purifichiamo l’ambiente interno dell’organismo. Le malattie spariscono e non si ripresentano più, come per esempio nel caso dell’ipertensione.

DETTO IN SINTESI, COME LO FATE?

Mangiando molto poco, ricorrendo a speciali tisane per depurare il sangue, il fegato, i reni e il pancreas. Due giorni di digiuno e due giorni di tisane.

SI DICE IN GIRO CHE DA VOI SI GUARISCE CON SUCCESSO IL PARKINSON E LA SCLEROSI MULTIPLA, E LO SI FA GRAZIE ALL’ACQUA

Sì, la risposta è positiva. Dopo un periodo che va dai 3 ai 6 mesi, i malati che erano a letto si alzano, vanno al mercato, iniziano ad essere autosufficienti. Il segreto è oltremodo semplice. Hanno saziato le cellule con quell’acqua di cui si avvertiva la mancanza. La medicina convenzionale non nota e non comprende che l’acqua è il miglior elettrolita, che l’acqua è l’energia. Senza acqua pura non funzionano i mitocondri, le stazioni idroelettriche intra-cellulari che forniscono alla cellula l’energia corporale per andare avanti e non indietro. Il primo organo che risente la mancanza dell’acqua è il cervello. Da qui l’irritabilità, il mal di testa, la stanchezza, gli scarsi risultati nello studio e nel lavoro.

NON CONFONDIAMO LE CONSEGUENZE, OVVERO I SINTOMI, CON LE CAUSE

Cancro e immunodeficienza AIDS sono le conseguenze e non le cause. Se una persona è certa che il cancro è uno stato temporaneo e risolubile, potrà liberarsene agevolmente. Se invece lo vede nell’ottica medica della malattia infernale e carica di irreparabili insidie, oltre che di percorsi rimediali raggelanti e raccapriccianti, inclusivi di recidive, chemio e radioterapie, e di prospettive di sopravvivenza breve e malandata, sarà difficile passare il guado. Deve prima di tutto capire cosa ha fatto di sbagliato nella vita, deve comprendere ed ammettere i suoi errori, deve chiedere perdono, e poi credere nella guarigione.

LEI STUPISCE LA GENTE DICENDO CHE IL CUORE VERO NON STA NEL PETTO

Tutto vero. Lo ribadisco con forza. Il cuore è un motore per pompare il liquido sanguigno, ma si trova sotto l’ombelico. Come sarebbe a dire? Una persona adulta è alta 150-180 cm. Il liquido, sotto la forza della gravità, cade in giù. Si deve farlo tornare assolutamente su. Chi fa questo importantissimo lavoro? Sono i muscoli dentro i quali si trovano i vasi, autentiche pompe che spingono il sangue in alto. Se il padrone del corpo non li cura, non fa sport, non allena i muscoli del tronco e delle gambe, arriva l’arteriosclerosi, arrivano le varici, condite da altri malesseri. Il sangue, in presenza delle scorie, si addensa pericolosamente, per cui il cuore deve applicare molti sforzi per spingere questo sangue in senso anti-gravitazionale.

L’ACQUA VA BEVUTA 15 MINUTI PRIMA DEL PASTO, NELLA MISURA LOGICA DI 1-2 BICCHIERI

Prima sorge l’ipertrofia del ventricolo sinistro, poi le aritmie, poi l’infarto o l’ictus. Non ce la fa il cuore, a lavorare al posto di più di 500 muscoli deputati a pompare il sangue. Il cuore deve lavorare con il sangue non denso ma fluido, pieno d’acqua. Ma nessuno ti insegna come ottenerlo. Non molti sanno che si deve bere l’acqua, 1-2 bicchieri si intende, 10-15 minuti prima di mangiare. L’acqua, bevuta in questo modo, supera lo stomaco e si raccoglie nel duodeno, dove si accumulano gli alcali. Quest’acqua non si inacidisce, ma diventa alcalina.

E LE TRADIZIONALI BEVANDE A FINE PASTO?

Assolutamente no. Potete solo sciaquare la bocca. Se avete mangiato carne e proteine animali, per due ore non mangiate né bevete nulla, poiché sono i succhi gastrici devono trattare la carne.

SE AVETE FAME BEVETE

Dopo aver bevuto, per mezz’ora avrete tolto la fame, e poi bevete ancora. Solo quando avrete una forte fame, mangiate. Se non ne avete, non mangiate, ma fate riposare l’organismo. C’è ancora del cibo del mattino da digerire. Se ne buttate sopra dell’altro, il cibo marcisce.

L’ACQUA È IL NOSTRO VERO CIBO

L’acqua è il cibo. Per tre quarti siamo composti di acqua. Dobbiamo bere a digiuno 1,5-2 l di acqua fresca. Guardate alcune persone dopo 60-70 anni. Quando iniziano a bere circa 2 litri d’acqua, le rughe si stirano e l’intestino lavora bene, le cellule si fanno il bagno nell’acqua. L’acqua è la base della loro vita.

DOVE SI PRENDE L’ACQUA PURA?

Non è certo quella imbottigliata, che ha il pH 6,5-7. L’acquedotto di Mosca fornisce acqua buona. Mettetela alla sera in una bottiglia. La mattina dopo ci sarà un sedimento, anche se invisibile agli occhi. Togliete accuratamente l’acqua di sopra, circa due terzi, e non fatela bollire, portatela solo alle bollicine piccole. È la bollitura fredda che conserva la sua struttura per 24 ore. Questa acqua serve alla cellula, non deve spendere energia per pulirla, è l’acqua pura che restituisce la salute.
Olga Samarina

*****

SECONDO DOCUMENTO-INTERVISTA (dal sito La Stella, Facebook.com/lastella2015)
(Ritocchi e sottotitoli di Valdo Vaccaro)

CI DICA, QUANDO BISOGNA MANGIARE PER RISANARSI?

Se mangiate dopo le sette di sera, non sarete mai sani. L’insulina che secerne il pancreas alle 19, impiega due ore per trattare il cibo. Se avete mangiato qualcosa di dolce, l’insulina non permetterà l’innalzamento del livello dello zucchero oltre la norma. Ma a partire dalle 21 il pancreas e lo stomaco devono dormire, e a quell’ora devono essere liberi dal cibo. Passeranno allora la staffetta alla ghiandola pineale che rilascia la melatonina, alle ore 23.

LE LEGGI SPIRITUALI E L’ANIMA NON VANNO MESSE IN SECONDO PIANO

Sembrerebbe che tutto ciò non avesse a che fare con la religione. Ma oggi sia la religione che la scienza giungono alle stesse conclusioni. Alla base dell’Universo c’è un principio supremo che è all’origine di tutti i fenomeni. Questo principio supremo dovrebbe essere fondamentale anche per l’uomo. Noi però abbiamo travisato anche le leggi supreme, concentrati sul materiale e dimentichi dello spirito. Se nell’anima il Dio è assente, si può prendere dalla vita tutto ciò che si vuole senza dare nulla in cambio. Ecco perché c’è troppo caos in noi e attorno a noi.

CHE FARE PER CAMBIARE QUESTO MONDO OSTILE AI NOSTRI SENTIMENTI E AGLI SLANCI DELL’ANIMA?

La sua è una domanda infantile, ma ha un senso profondo. La risposta esiste da migliaia di anni. Non fate agli altri ciò che non vorreste facessero a voi. Sappiate di essere una particella dell’Universo. Sappiate che tutto è interdipendente. Facendo del male al prossimo avete fatto del male a voi stessi. Uccidendo con il pensiero e con le azioni ciò che è intorno a voi, distruggete la vostre basi morali e spirituali. La devastazione dell’anima conduce alle malattie del cuore, ad una morte prematura. Si può evitarlo smettendo di fare del male, iniziando a fare del bene, vivendo secondo le leggi morali.

MA PERCHÈ QUESTO SISTEMA SALUTARE NON È APPLICATO DA NESSUNA PARTE?

Purtroppo, è così. Ho lavorato per decine di anni nella medicina spaziale e non potevo occuparmi anche della sanità pubblica, ma speravo che le persone di buon senso lo facessero. E infatti, terminati tutti i test, il ministero della salute dell’URSS aveva dato l’OK per la loro approvazione. Ma, dopo il crollo dell’Unione Sovietica, il ministero della salute della Federazione Russa aveva richiesto gli stessi test, ma già a nome suo, perché i risultati dei test sovietici non sarebbero stati validi. Dove mai sta la logica?! Ero già in pensione e non avevo né forze né mezzi per rifare i costosi test, e non esistevano degli sponsor. E allora avevo capito che i sistemi di cura di uomini, animali, piante, suoli, non curano ma distruggono, però danno da mangiare a un mucchio di gente, vale a dire ai produttori di medicine, degli erbicidi, della chimica varia.

LEI CHE COSA PROPONE?

Propongo di promuovere il mio sistema di risanamento. È stato bloccato nelle grandi città, laddove esiste una sviluppata rete di sanità pubblica. In periferia la presenza ministeriale è meno forte e si potrebbe iniziare da lì. È stato fatto il progetto che permette al primario di un piccolo ospedale di campagna, insieme al suo staff, di risanare, nel corso di 3 settimane, 25-30 persone. Niente TAC, niente apparecchi, si tratta solo di liberare la gente dalla dipendenza farmacologica. Al Duma, Parlamento Russo, questa mia proposta è stata approvata. Ma poi non hanno trovato i soldi per la sua realizzazione. La rinascita di una nazione inizia dalla terra, dall’amore per la natura e per tutto ciò che vive, dalla voglia di conservarlo per i posteri. Proprio dalla campagna deve arrivare la salute, e non dai megalopoli dove la gente non sa dove cresce il pane.

NESSUNA SPERANZA DI VEDERE REALIZZATI I SUOI PIANI?

Per fortuna, i bielorussi sono interessati. In Bielorussia ci sono ancora la medicina e l’istruzione gratuite, è ovvio che abbiano mostrato interesse per il mio sistema al contrario della Russia. Vorrei credere che da qui possa iniziare la rinascita di tutto il pianeta. Spero che anche in Russia si troveranno le persone motivate a regalare ai figli ed ai nipoti, non le malattie e l’ambiente insano, ma tanta salute e tanta serenità.

*****

COMMENTO

UNO STILE ESPOSITIVO CHIARO, DIRETTO ED ISPIRATO

Eccezionale davvero questo Neumivakin. Nulla ha rivelato di misterioso e di mai sentito dire. La sua straordinarietà sta piuttosto nello stile espositivo diretto e umile, proprio di quegli scienziati che amano farsi capire  usando concetti semplici e chiari, comprensibili anche a un bambino delle scuole materne.

DIGESTIONI SEMPLICI E SANGUE SCORREVOLE

Tutto viene a bomba. Tutte le strade  portano a Roma. Tutto conduce alla Health Science, ed anche un po’ a me medesimo, mi sia concesso di dire. Ogni parola del prof Neumivakin fa capire l’importanza fondamentale di due ingredienti che sono la digestione rapida, completa ed efficiente e il sangue, che dev’essere scorrevole e mai viscoso, fluido e mai grasso, puro e mai lipo-tossico.

LO SPIRITO DI PADRE TADDEO ALEGGIA PIÙ CHE MAI INTORNO A NOI

È evidente che Padre Taddeo ha colpito ancora, e che il suo spirito aleggia intorno a chiunque voglia aprire il cuore e la mente: “Nessuno al mondo muore di cardiopatie o di cancro, ma tutti muoiono di sangue guasto” può trovare immediato inserimento tra le Leggi Eterne della Natura.

IL VIGORE SCIENTIFICO DI UN GENIO COME CLAUDE BERNARD

Il professore russo parla anche di cellule costrette a vivere malamente in un ambiente proibitivo. Non è forse questa la legge del dr Claude Bernard sul Milieu Interieur, sulla necessità imprescindibile di modificare la nostra condizione biochimica, il nostro ambiente interiore, se ci teniamo davvero a venir fuori dal nostro tunnel patologico, si chiami esso banale raffreddore o inquietante cancro?
Ci riferiamo ovviamente a quel Claude Bernard che vedeva nella malattia una grande amica, nei microrganismi i nostri preziosi collaboratori simbiotici, e nel terreno colturale che è il nostro corpo la sede degli errori e delle storture da risolvere.

IMPORTANTI CENNI SULLA MELATONINA E SULLA GHIANDOLA PINEALE

Citare la necessità di non prendere alimenti dopo le 21 e il deposito di melatonina della ghiandola pineale dalle 23 in avanti, significa non essere sprovveduti sull’asse ipotalamo-retina-ipofisi-immunocompetenza, sui cicli circadiani e sugli insegnamenti di Shelton e dei suoi migliori allievi.

SENTIMENTO E SPIRITUALITÀ COMPLETANO IL PERCORSO TRACCIATO DAL GRANDE SCIENZIATO RUSSO

Portare in campo con tutta forza la spiritualità e l’etica del non uccidere, del non fare del male al prossimo, del non fare agli altri quello che non vorremmo essere fatto a noi, nonché la priorità assoluta dell’essere in armonia con tutto ciò che vive, completano il magnifico mosaico di Neuvakin, dando un tocco di magia, di sentimento e di religiosità al percorso da lui tracciato per la Russia e il mondo intero, ed in particolare per la gente che verrà.

SE NEUMIVAKIN NON ESISTESSE GIÀ, AVREI VOLUTO INVENTARLO

Mi sia concesso di dire che esprime esattamente le cose che sto insegnando da anni. Questo non significa sottovalutare la portata e l’importanza di Neumivakin. La capacità di teorizzare giusto e di applicare i suoi concetti in concreto, in un ambiente particolarmente speciale e riservato come quello dell’astronautica spaziale, ottenendo poi successi indiscutibili, non può essere sminuita o sottaciuta.

NON UCCIDERE E NON FARE DEL MALE È UNA FRASE CHE DÀ MOLTO FASTIDIO

Il boicottaggio del potere e della medicina convenzionale russa, allineata con le stesse ideologie e gli stessi metodi aberranti dell’Occidente, non sorprende nessuno, ed è anzi la prova eclatante che la verità e la trasparenza in materia di salute e di etica danno un grosso fastidio in ogni angolo del pianeta. Sostenere l’idea di non uccidere e di non fare del male a nessuno, in un paese che, grazie alla più avanzata tecnologia della morte di marca INALCA- Cremonini, ha installato a Orenburg negli Urali del Sud il più grande macello bovino d’Europa, investendo 30 milioni di Euro, con capacità di uccidere ed annientare 1200 creature innocenti al giorno.

Valdo Vaccaro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...