Primo maggio: pranzo vegano al sacco o menù vegan a tavola?

primo-maggio-vegano

La tradizione vuole che il primo maggio – giorno dedicato alla festa dei lavoratori – si festeggi all’aria aperta, nei prati, possibilmente con un pic-nic, approfittando della bella stagione appena iniziata, che ravviva i colori, scalda l’aria e diffonde inebrianti profumi floreali.  Purtroppo non sempre è così. Spesso questa giornata è accompagnata da antipatiche nuvole nere, talvolta addirittura da piogge, che impediscono naturalmente qualsiasi scampagnata fuori porta.

Ma noi di greenMe.it, lungimiranti e previdenti, abbiamo considerato anche questa malaugurata ipotesi! Perciò, abbiamo pensato a due menu alternativi: uno per un pic-nic vegano ecosostenibile, l’altro per un pranzo vegano e biologico, da gustare a casa con tranquillità.

PIC-NIC VEGANO

Per chi decide di fare una bella scampagnata e ha bisogno di preparare un pranzo al sacco, facile da impacchettare e portare con sé, abbiamo pensato ad un menu semplice, gustoso e sicuramente green!

Menù Vegano al sacco:

1) Torta rustica di zucchine, piselli e asparagi;

2) Tortino di riso e fave

3) Carciofi ripieni di prezzemolo, menta e tofu

4) Torta al limone e zenzero

Torta rustica di zucchine, piselli e asparagi

torta_cotta

Ingredienti:

2 zucchine
200 g di piselli
200 g di asparagi
2 cucchiai di latte di soia
100 di margarina vegetale non idrogenata
150 g di farina 00
sale
spezie ed erbette da aggiungere secondo i gusti
 

Guarda la foto sequenza!

 

1_tritato_di_verdure

1) Tagliate le zucchine e gli asparagi a piccoli dadini.

2_mettete_olio_in_padella

2- Oliate una padella e mettetela a fuoco basso.

 

3_tagliare_cipolla

3 -Tagliate la cipolla a fettine sottili.

versare_cipolla

4 – Versate la cipolla nella padella calda e fatela imbiondire.

 

aggiungere_verdure_tagliate

5 – Aggiungete anche le verdure tagliate e il sale.

aggiungere_vino_bianco

6 – Fate sfumare con un pò di vino bianco, poi coprite e fate cuocere per circa 40 minuti, con il coperchio

 

taglia_100g_margarina

7 – Tagliate una fettona di margarina del peso di circa 100g

 

aggiungere_latte_soia_e_impastare

. 8- Aggiungete la farina, due cucchiai di latte di soia e impastate.

 

impastare

9 – Fatene una palla morbida e compatta; poi lasciatela riposare in frigo per una decina di minuti. Accendete il forno a 180 gradi.

stendere_la_pasta_su_carta

10 – Tiratela fuori dal frigo e stendetela energicamente con le mani su un foglio di carta da forno

 

.

mattarello

11 – Aiutatevi con il mattarello e fatene una sfoglia.

mettere_la_pasta_teglia

12 – Mettete la sfoglia nella teglia e fatela aderire al recipiente.

 

frullare_tutto

13 – Versate le verdure in un recipiente di vetro e frullate tutto

versare_nella_teglia_ilcomposto

. 14 – Versate il composto nella teglia foderata di pasta.

 

distribuire_composto_uniformemente

15 – Distribuite il composto uniformemente.

ripiegare_bordi

16 – Ripiegate bene i bordi e infornate per circa 40 min o fino quando la pasta non si sarà ben dorata.

Infine, sfornate, decorate a piacere e mettetela in un contenitore, magari facendo prima le porzioni.


Tortino di riso e fave

tortino_di_riso

Ingredienti400 g di riso per risotti
200 g di fave
50 g di mandorle bianche tritate
sale
timo
5 cucchiai di maizena
5 cucchiai di besciamella vegana
pan grattato

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Nel frattempo fate cuocere il riso per circa quindici-venti minuti e, a parte, fate bollire le fave, in abbondante acqua salata, fino a quando non saranno belle morbide.
Poi scolatele, mettetele in una terrina e frullatele fino ad ottenere una crema morbida ed omogenea; a questo punto aggiungete del timo, le mandorle bianche polverizzate, cinque cucchiai di maizena setacciata (per non formare grumi), cinque cucchiai di besciamella vegana* e mescolate bene per amalgamare il tutto.

Raggiunta la cottura del riso, assicuratevi che sia ben asciutto e tirato, e versatelo nella terrina contenente la crema di fave. Mescolate bene, poi rivestite una teglia da forno con dell’olio, spolverate con del pangrattato e versateci il composto di riso e fave.
Coprite con un sottile strato di pangrattato, colate un filo d’olio sulla superficie e infornate per circa mezz’ora.
Il vostro tortino vegano è pronto! Non resta che lasciarlo freddare e infagottarlo per portarlo con voi.

 

*Besciamella vegana: ecco come si prepara
Fate sciogliere 200 g di margarina (raccomandiamo di prendere esclusivamente quella non idrogenata) in un pentolino a fuoco basso; una volta sciolta completamente spegnete e versate a poco a poco – usando un setaccio per evitare la formazione di grumi – sette cucchiai di farina, aggiungete un pizzico di noce moscata, un po’ di sale e un po’ di pepe.
Con una frusta, mescolate bene per evitare che si formino grumi e rimettete sul fornello, a fuoco basso, fino a quando la besciamella non avrà ottenuto una discreta densità.


Carciofi ripieni di prezzemolo, menta e tofu

carciofi_riepini_con_tofu

 Lavate e pulite bene i carciofi, avendo cura di togliere le foglie esterne, tagliate i gambi e strofinate ogni carciofo con mezzo limone.
Poi preparate un tritato di aglio, menta e prezzemolo e mettetene un po’ all’interno di ogni carciofo, senza riempirli troppo.

A questo punto fate riscaldare dell’olio extravergine di oliva in una pentola, adagiatevi i carciofi, aggiungete un po’ di sale, un pizzico di paprika e fate sfumare con un po’ di vino bianco.

Quando i carciofi iniziano ad ammorbidirsi aggiungete all’interno dei tocchettini di tofu; una volta terminate la cottura, scolateli delicatamente – senza far cadere il ripieno – metteteli su carta assorbente e serviteli caldi.

 


Torta al limone e zenzero

torta_al_limone

 

Ingredienti
100 g di sciroppo di riso
1 banana
40 g di olio di semi di girasole
1 pezzetto di zenzero fresco
1 limone
150 g di farina di riso
50 g di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci

Accendete il forno e impostate la temperatura a 180 gradi. Poi prendete una ciotola e unite lo sciroppo di riso, un banana schiacciata (deve essere ridotta in poltiglia), l’olio di semi di girasole e sbattete tutto con una forchetta.

Poi prendete un pezzo di zenzero (della grandezza di una noce), sbucciatelo, grattatelo e unitelo al composto.

A questo punto lavate il limone, grattugiatene la scorza e poi unitela all’impasto. Incorporate anche a farina di riso e quella 00 con un setaccio e aggiungete un cucchiaino di lievito per dolci.

Poi oliate bene una teglia, spolveratela con della farina (o in alternativa, rivestite la teglia con della carta da forno) e versate il composto.
Lasciate cuocere per mezz’ora circa, o fino a quando il dolce non sarà ben cotto all’interno. Per verificarlo basterà infilare uno stecchino al centro della teglia; se risulterà asciutto, la torta sarà pronta per uscire dal forno.

Buon pic-nic a tutti!

Se invece all’orizzonte intravedete nuvoloni neri e minacciosi, forse non è il caso di avventurarsi nei prati. Vi consigliamo di restare a casa e di gustarvi un pranzetto 100% green, nel rispetto dell’ambiente e delle regole vegane.

Menù:

1) Ricotta di tofu al basilico con crostini di sesamo2) Crêpe vegane ai carciofi

3) Spezzatino di soia alla crema di fave e asparagi

4) Crema di maggio

Ricotta di tofu al basilico con crostini di sesamo

ricotta_alle_erbe

 

Vi serviranno:
– 400 g di tofu in panetto
– 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
– un pizzico di sale
– 10 foglie grandi di basilico
– 4 foglie di menta
– 3 foglie di basilico porpora
– crostini al sesamo da farcire con la ricotta di tofu

Mettete in una ciotolina un panetto di tofu e schiacciatelo con una forchetta. Aggiungete l’olio d’oliva e il sale e fatene una crema omogenea.

Fatto questo, mettete le foglie di menta e basilico verde nel frullatore e tritatele finemente, aggiungetele al composto di tofu, miscelate bene e tenete in frigo fino al momento di servire.
Decorate con foglie di basilico rosso (o con foglie di basilico verde, se non doveste trovarlo) e servite con crostini o paninetti di sesamo.
Ideale da spalmare! vegane ai carciofi

 


Crêpes vegane ai carciofi

crepe_ai_carciofi

Per le gallette:
150 gr di farina integrale bio
150 gr di farina di grano saraceno bio
250 ml acqua
250 ml latte di soia
un pizzico di sale
un pizzico di noce moscata una foglia di porro per decorare

Unite le due farine e aggiungeteci gradualmente poca acqua per volta, avendo cura di girare continuamente con una frusta, per evitare la formazione di grumi, e di versare altra acqua solo quando la precedente non si sarà completamente assorbita.
Aggiungeteci quindi a poco a poco anche il latte, un pizzico di sale e uno di noce moscata.

Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Fatto questo, fate riscaldare un filo d’olio in una padella e quando diventa ben calda, versateci un po’ di pastella – circa due cucchiai  – aiutandovi con un mestolino. Muovete la padella in modo che la pasta si distribuisca uniformemente sul fondo e fatela cuocere fino a quando la galletta non si sarà ben dorata su entrambi i lati.

A questo punto, potete adagiarla su carta assorbente e farcirla.

Per la farcitura!
3 carciofi grandi
olio
2 spicchi d’aglio
besciamella vegana*
Parmigiano di mandorle alle germe di grano**

Lavate e pulite bene i carciofi, avendo cura di togliere le foglie più rigide; poi fateli cuocere a vapore (o a bagnomaria) per una ventina di minuti.
Fatto questo, versate dell’olio extravergine di oliva in una padella e quando inizia a soffriggere metteteci i due spicchi d’aglio, fateli dorare e poi adagiatevi i carciofi che avete cotto a vapore. Versate un po’ di vino bianco e fate sfumare, poi coprite bene e lasciate cuocere fino a quando i carciofi non saranno diventati morbidissimi.
Vi raccomandiamo di controllarli spesso e di aggiungere eventualmente dell’acqua.
A questo punto, non resta che frullarli – aiutandovi con qualche cucchiaio di latte di soia per ammorbidirli ulteriormente – fino ad ottenere una crema omogenea e morbida.

Fatto questo, preparate la besciamella vegana* e il parmigiano di mandorle**.

**Parmigiano di mandorle alle germe di grano

Ingredienti:1 tazza di mandorle bianche tritate finemente, 1 cucchiaio di germe di grano

Unite la polvere di mandorle alle germe di grano, aggiungete un pizzico di sale e il vostro parmigiano vegano è pronto!

A questo punto, mettete in una ciotola la crema di carciofi, la besciamella vegana e il parmigiano di mandorle, mescolate bene e farcite le crêpe !

Ecco come si fa…
 Prendete la prima crêpe e stendetela su un piano da lavoro, copritela con uno strato sottile di farcitura; piegatela a metà, in modo da formare una mezzaluna e poi di nuovo a fazzoletto. A questo punto potete avvolgerla con un nastrino ricavato dalla foglia del porro. Ripetete la stessa operazione per tutte le crêpe. Servite in tavola calde, ma non bollenti!

 


 Spezzatino di soia alla crema di fave e asparagi 

spezzatino_soia

 

Ingredienti 600 g di spezzatino di soia (calcolate circa 150 g di spezzatino a persona)
una carota
un gambo di sedano
1 pomodoro
una cipolla
2 spicchi d’aglio
olio
sale
pepe
200 g di asparagi
200 g di fave

Preparate un brodo vegetale con la carota, il sedano, la cipolla, l’aglio e il pomodoro; quando il brodo è ben caldo versateci lo spezzatino di soia disidratato (vedi foto) e lasciate sobbollire per una decina di minuti; poi lasciate scolare per qualche minuto; quindi strizzate ogni bocconcino.

A questo punto mettete lo spezzatino dentro ad una ciotola.

Nel frattempo fate cuocere le fave e gli asparagi a vapore (o se non avete la vaporiera potete cuocerli a bagnomaria) e quando saranno morbidissimi – tali da poterli infilzare facilmente con una forchetta – toglieteli dalla vaporiera e metteteli nel frullatore, aggiungendo due cucchiai di olio e due prese di sale.

Frullate tutto, fino ad ottenere una poltiglia omogenea. Ora potete condire lo spezzatino di soia con la crema di fave e asparagi. Servite ben caldo.

 


Crema di Maggio

crema_con_kiwi

Consigliamo di concludere il pranzo del primo maggio con un dessert gustoso, leggero, a base di frutta, ideale per continuare bene la giornata senza sentirsi troppo appesantiti. 

Per realizzarlo vi occorreranno:
– 1 banana
– 3 kiwi
– 4 cucchiai di crema di mandorle**
– 1 cucchiaio di germe di grano (o di crusca di avena)
– 1 cucchiaio di mandorle sfilettate
– mezzo cucchiaio di succo di limone
– 1 pizzico di cannella

Schiacciate la banana e aggiungeteci il succo di limone, miscelate il tutto e versateci la crema di mandorle**, mescolate ancora e versate in una coppetta.

A questo punto spolverateci le germe di grano (o incorporate la crusca di avena).

Tagliate a pezzettini i kiwi e metteteli sulla crema, distribuite i pezzettini di mandorle filettate e servite in coppette monoporzione!

La crema di mandorle: semplice e buona**!

Mettete nel frullatore 4-5 cucchiai di mandorle bianche, tritatele finemente e poi versatele in una coppetta; aggiungete 4 cucchiai di yogurt di soia e miscelate fino ad ottenere una crema omogenea!

Ora non resta che gustarvi il pranzetto!

Buon appetito…e buon primo maggio a tutti!

Verdiana Amorosi

www.lacucinadiverdiana.it

Visto qui

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...